Le testine si allineano, le teste pensano

Carmine Caputo è uno scrittore nato a Statte, la collina ridente alle spalle di Taranto, un venerdì alle ore 18: giusto in tempo per l'inizio del weekend. Visto che la collina non rideva più si è trasferito a Bologna nel 1994 dove si occupa di comunicazione, lo sguardo rivolto a oriente nella speranza di intravedere un riflesso sul mare.
Archivio mensile marzo 2007

Palle in sesto

Un bel film surreale di Woody Allen tornato a graffiare con un sarcasmo amaro ma mai sgarbato o gratuito (Harry è a pezzi). Un film duro ma profondo di quel regista geniale e un po’ sottovalutato che è Bob Thornton (i più lo ricorderanno come interprete di Babbo Bastardo: è anche un ottimo attore): Lama...

W lo spot dello scoiattolo

Sono bloccato a casa con una noiosa influenza gastrointestinale, e non mi dilungo nei dettagli, sapete a ciò che mi riferisco. Basti sapere che la cosa più buona che ho mangiato negli ultimi tre giorni è stata una fetta biscottata, e anche se comincio a sentirmi meglio, preferisco starmene isolato perché pare sia piuttosto infettiva...

Bypassa l’incidente

Mattina grigia, lunga giornata di lavoro che si dipana in prospettiva, noia, stanchezza. L’autoradio trasemtte le informazioni sul traffico, ogni tanto fa bene ascoltarle e e consolarsi pensando di non essere sulla tangenziale di Mestre o a Corso Malta a Napoli, tutto a un tratto un campanellino riattiva una connessione neurale e mi sveglia. La...

Sconvolgente scoperta sulle donne

L’altro giorno, osservando il mobiletto del bagno che raccoglie per un 5% miei oggetti (schiuma da barba, rasoio e dopo barba) e per il 95% prodotti di mia moglie, sono arrivato alla conclusione che le donne dispongono di più corpi. Loro ce lo tengono nascosto, è un segreto ancestrale che si tramandano dalla notte dei...

La pubblicit? autocompiaciuta

C’è il piccolo scatolotto giapponese che da anni continua ad autodefinirsi "geniale"; c’è l’utilitaria francese che in uno spot radiofonico simula un oscar in cui vince tutti i premi; ci sono gli stilisti che si compiacciono di stupire, scandalizzare, provocare, ma mostrare abiti, mai. Una volta si pensava che la pubblicità servisse a vendere. Poi...

Vallettopoli e me

Immaginate per un attimo di essere famosi: io l’ho fatto, e mi sono reso conto di non avere una vita adeguata. Penso già al fotografo che chiama al collaboratore. "Allora?" "Buone notizie, capo. L’abbiamo pizzicato due volte con le dita nel naso". "Tutto qui?" "Be’, la seconda volta era un bel primo piano". "Non basta". "Ho un...