Appaiono improvvisamente con il loro comunicato in mano, il volto scuro, l’aspetto tenebroso. Nessuno li ha mai visti prima, nessuno sa chi siano, vederseli così, piombare in salotto mentre leggono ossequiosi le righe che il comitato di redazione ha passato loro fa un po’ impressione. Sono quei giornalisti di retroguardia, che magari fanno un lavoro...