Mercoledì sera, sera, tornando a casa dalla palestra, ho acceso meccanicamente il televisore. C’erano gli ultimi scampoli di partita di Juventus –  Inter. Vent’anni fa sarebbe stato per me un appuntamento imperdibile. Dieci anni fa avrei seguito distrattamente gli ultimi minuti di gioco. Ieri ho cambiato canale. Non so se sono finalmente diventato grande, oppure il calcio è stata una passione che si è assopita e spenta nel tempo. Non del tutto, perché guardo ancora il Taranto e la nazionale negli impegni più importanti: ma certo, poca cosa per uno che era capace di guardarsi il campionato sudamericano su Telemontecarlo.
Chissà, magari fra dieci anni mi piacerà l’opera lirica, e fra venti il balletto. Insomma non esageriamo adesso…