algoritmoSiete stressati? Dormite male? Le preoccupazioni vi impediscono di vivere serenamente il vostro tempo?
Tutto ciò sta per finire, perché finalmente avrete un oggetto contro cui sfogare le vostre frustrazioni. Se qualcosa non va per il verso giusto, infatti, è colpa dell’ALGORITMO. Lasciate perdere la quadratura di Giove, la confluenza astrale, il malocchio del vicino di casa o il malessere ciclico. Tutte balle. La colpa è solo dell’algoritmo, come il governo ci ha insegnato. Se i professori meridionali vengono spediti al nord e quelli del nord devono fare le valigie per la Sicilia, la colpa è dell’algoritmo. Se i conti a Bruxelles non tornano non è perché pretendiamo di fare la superpotenza coloniale pagando con i soldi del Monopoli, la colpa è dell’algoritmo.
Allora, perché non fare tesoro anche noi di questa benedizione del cielo, per liberarci dei sensi di colpa e attribuirgli le responsabilità dei nostri fallimenti?
Ecco alcuni esempi pratici nella vita di tutti i giorni.
“Mi dispiace, non ho contanti con me. Può mettere in conto? Sa, con questo algoritmo!”
“Dottore, sono veramente distrutto. Ho bisogno di un certificato di malattia per qualche giorno. Sicuramente si tratta di algoritmo”.
” Sì lo so ho la pressione alta e sono sovrappeso, ma perché dovrei smettere di mangiare frittura, dolci e affettati? Lo sanno tutti che la colpa è del mio algoritmo”.
“Perdonami cara, non mi era mai successo prima. Deve essere colpa dell’algoritmo”.
“Ma cosa fa, va contromano? E la precedenza l’ha vista? D’accordo, non stiamo a litigare che non serve, facciamo una constatazione amichevole e scriviamo che la colpa è dell’algoritmo. Le assicurazioni pagano sempre in questi casi”.
“No, tesoro, non sono innamorata di un altro. Ho solo bisogno di stare un po’ da sola, di una piccola pausa. Devo riassestare il mio algoritmo”.
L’algoritmo non parla, l’algoritmo non si lamenta, è un amico affettuoso nel momento del bisogno, una spalla su cui appoggiarsi, una mano amica rivolta verso noi tutti.
Fallo anche tu, dai la colpa all’algoritmo. Starai meglio in pochi istanti. E se non succede, inutile ricordarti con chi prendertela…