Ma cosa c’è da festeggiare?

C’è un aspetto della vicenda del cosiddetto Ruby Gate che mi fa riflettere. Siccome sono un garantista e per me sono tutti innocenti fino a che non si dimostra in aula il contrario, partiamo del presupposto che il premier sia innocente.
Fa delle feste private, invita gente. Non succede niente di sconveniente.

A parte il fatto che come presidente del Milan potrebbe discutere, che so, di calcio con calciatori campioni del mondo, come presidente di Medusa potrebbe avere premi oscar a cena, come proprietario di Mondadori potrebbe chiacchierare con premi Nobel e promesse della letteratura. E invece si circonda da ballerine, soubrette e protagoniste di reality (per non dire altro).
Ma la domanda è:  cosa avrà da festeggiare?

Qui di seguito una serie di date per le quali è certo che il primo ministro fu coinvolto in feste e festini, dai dati emersi dalle varie indagini. Dando per assodato che ci si limitò a cantare, ballare e bere un bicchiere, il mistero dei motivi di tanta gioia rimane

8 ottobre 2008
La cirsi mondiale ci costerà 1400 miliardi, secondo l’FMI, gli statali minacciano lo sciopero, Napolitano rimprovera a Berlusconi l’eccessivo ricorso al decreto d’urgenza. E la sera un bicchiere e passa la malinconia

10 dicembre 2008
Lo sciopero generale mette in ginocchio la Grecia, per la FAO ci sono un miliardo di uomini che soffre la fame Berlusconi accellera sulla riforma della giustizia e per non pensarci su la sera organizza un rendez-vous

6 febbraio 2010
I mercati europei bruciano oltre 200 miliardi, i pm annunciano che una sentenza della Cassazione potrebbe cancellare centinaia di processi per mafia, alcuni scienziati annunciano 24 mila miliardi di danni per lo scioglimento dell’Artico. Il premier parla di incentivi all’auto – che non ci saranno – e la sera festeggia.1

27 febbraio 2010
Il premier afferma che la magistratura politicizzata è la più grave patologia della democrazia, i pm peggio dei talebani,il popolo viola scende in piazza contro il legittimo impedimento, a Kabul viene ucciso un agente dei servizi segreti italiano, Fini ricorda che la vera piaga in Italia è il lavoro nero. Il premier la sera festeggia

5 aprile 2010
Iin Pakistan un kamikaze uccide 36 persone, l’Aquila ricorda le vittime del terremoto, a Bagdad ci sono tre attentati, un ecodisastro minaccia l’Australia. E la sera si balla e si canta

17 aprile 2010
Tre operatori Emergency sono prigionieri in Afganistan dopo essere stati tratti in arresto, si svolgono i funerali di Raimondo Vianello, Berlusconi si scaglia contro libri come Gomorra che fanno una cattiva pubblicità all’Italia e chiede le dimissioni di Fini da presidente della Camera. E la sera festeggia

15 ottobre 2008
La Caritas dichiara che in Italia ci sono 15 milioni di poveri,la Lega propone l’istituzione di classi per stranieri, Saviano, minacciato, annuncia che forse lascerà l’Italia. E la sera bunga bunga (qualcunque cosa sia)

Sostanze miracolose nello yogurt

Da qualche tempo siamo continuamente bombardati da spot che promuovono yogurt che contengono sostanze miracolose contro il colesterolo, yogurt che contengono sostanze miracolose contro la stitichezza, yogurt che contengono sostanze miracolose per le difese immunitarie.

Ma insomma, non potete venderci direttamente queste sostanze miracolose, senza il corredo di latte acido, che lo yogurt ce lo prendiamo quando ne abbiamo voglia?

15 ottobre 2010 – Biblioteca di Statte

A sinistra Gabriela De Pace e a destra Lorenzo Laporta
Le interpreti di Spazio Teatro
Dino Spadaro, di Spazio Teatro

6 anni dopo quel giugno 2004 in cui presentai a Statte il mio primo romanzo “Bello dentro, fuori meno”, eccomi tornato nella città dove sono nato e cresciuto per presentare “Ballata in sud minore”.

Rispetto a sei anni fa la buona notizia è che scrivo ancora, la seconda che, oggettivamente, la mia carriera ha spiccato il volo della gallinella che si agita e starnazza ma sempre lì rimane.
E comunque, la sala è piena grazie soprattutto allo straordinario lavoro di Agnese Giandomenico e Maria Rosaria Latagliata, le bibliotecarie della Biblioteca Civica di Statte, e credo che alla fine la platea sia soddisfatta dalla serata, grazie soprattutto – e non lo dico per finta modestia – per gli ospiti presenti.
Intanto l’assessore alla cultura Gabriela De Pace, qui a dire il vero in veste più di lettrice che di amministratrice, che mi ha dedicato una lettura e un’analisi talmente profonda e accurata da scuotermi, perché la migliore conferma che uno scrittore può ricevere è proprio quella di sentire che le proprie parole sono state raccolte e sono addirittura germogliate nel cuore di qualcuno.
Con lei c’era anche Lorenzo Laporta, uno degli autori emergenti più interessanti del panorama letterario attuale, che oltretutto è tarantino e pertanto un motivo di orgoglio per la mia terra d’origine, che ha accettato di presentare il mio romanzo evidenziandone le caratteristiche principali e sottolineandone i passaggi più interessanti con l’occhio esperto di chi conosce gli aspetti più tecnici a della scrittura.
A dare forma al romanzo poi ci sono state le emozionanti letture dello Spazio Teatro di … che con le sue collaboratrici ha trasformato una bella serata tra amici in un momento che rimarrà inciso nella mia memoria tra i più intensi.
Speriamo di rivederci, cari amici stattesi, magari non fra sei anni, nella speranza che ci sia ancora qualche buona notizia da annunciare.

Novità dalla Fiat…

  1. Dopo la vittoria al referendum, la Fiat sta preparando gli investimenti che erano stati promessi. Sono già partiti gli ordinativi di catene, fruste e pungoli, anche se non è ancora chiara la loro funzione organizzativa.
  2. Con il nuovo contratto i lavoratori della Fiat potranno lavorare di più e produrre più alacremente. L’importante è non fargli sapere che stanno fabbricando Stilo, Idea o Croma…