Quanti sono?

3 milioni di persone per i sindacati, duecentomila per la questura.

Sono i dati sulla manifestazione della CGIL di oggi.
Non so se avete notato anche voi come la forbice tra il numero di partecipanti dichiarati dagli organizzatori di manifestazioni e quello invece presunto dalla questura si sta spaventosamente allargando.
Il motivo è semplice. Da una parte ovviamente chi organizza, destra o sinistra, cerca di esagerare per fare bella figura. Dall’altra, i poliziotti calcolano che i manifestanti stiano praticamente a cinque metri uno dall’altro, così, per evitare resse. E poi c’è caldo, che motivo abbiamo di stare così vicini. Allarghiamoci, c’è spazio, facciamo in modo che nessuno si perda ma tanto il primo c’ha la bandierina e gli altri lo possono seguire a debita distanza. Poi dividono la lunghezza dell corteo, e traggono i risultati.
Faccio una proposta ai manifestanti: la prossima volta state davvero a cinque, dieci metri di distanza l’uno dall’altro. Così facendo quando il corteo sarà a Roma la coda starà lasciando Firenze. E nessuno potrà contestare i numeri, visto che praticamente tutto il Lazio sarà occupato.
E pazienza se occorreranno megafoni più potenti: sarà il prezzo da pagare per una cifra esatta sui partecipanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.