Dado Tedeschi

Sabato scorso ho assistito allo spettacolo dalo vivo di Dado Tedeschi a Ca’ de Mandorli, a Bologna. Visto che lo spettacolo era gratuito, il minimo che possa fare per sdebitarmi è una recensione. Comincio col dire che, per chi non l’avesse mai visto a Zelig Off, Dado ha il phisique du role per il cabaret: rotondo e pelato, ispira simpatia al primo sguardo.
Ed è bravo: ha il ritmo frenetico e martellante di chi ha imparato i tempi stringati della televisione, la capacità di improvvisare e interagire con il pubblico, una gamma di argomenti che spaziano dal quotidiano ai ricordi di bambino, dall’immancabile momento sul sesso all’autobiografia vera o falsa. Un’ora di risate e divertimento, insomma, con un bel finale che dimostra le capacità autorali di Dado e non solo quelle di uomo di palcoscenico. Una battuta da citare?
Ti accorgi di essere diventato vecchio quando ti cade una monetina da dieci centesimi per terra e lasciandola lì ti dici: ma sì…”.
Alzi la mano chi ha vissuto l’esperienza…

2 commenti su “Dado Tedeschi”

  1. Ciao Carmine, sono Dado Tedeschi, volevo ringraziarti per la rece assolutamente positiva, posso riportarla sul mio sito (così me la tiro?) Grazie. PS se a qualcuno interessa (spero non dia fastidio la bassa manovra pubblicitaria… http://www.dadotedeschi.it , PS se non mi hai visto a zelig off è perchè non ci sono mai stato… PPSS PELATO?????

  2. COLORADO CAFE!!! Faccio mea culpa per l’errore e aggiungo anche che hai una chioma tipo Joey Tempest dei tempi d’oro. Ovviamente sono solo contento se riporti la recensione sul tuo sito. Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.