Mai più impacchettare un regalo senza averlo provato

Controllate i prodotti elettronici dopo averli acquistati. Ripeto: controllate i prodotti elettronici dopo averli acquistati. Anche se si tratta di un regalo. Altrimenti può succedere quello che è capitato a me: acquisto un mediaplayer da Mediaworld il 19 luglio, e siccome sono cliente da tanti anni, lo impacchetto per regalarlo. Poi per un motivo o un altro il regalo non viene consegnato in tempo se non a fine settembre, e qui l’amara sorpresa: non funziona. In realtà il problema è banale: è l’alimentatore, quello scatolotto nero che si aggancia alla spina, a non funzionare. Basta sostituirlo con un altro e il gioco è fatto (ho provato con uno universale a casa mia). Telefono decine di volte al negozio dove l’ho acquistato (Centro commerciale Meraville, Bologna), finalmente mi rispondono, mi chiedono di riportarlo in negozio. Niente sostituzione, però. Sono passati i termini per il recesso, pazienza se non ho mai usato il prodotto, va rispedito in assistenza. Chiedo se si possono limitare a sostituirmi l’alimentatore, basta un attimo per provare. No. Con fermezza teutonica vengo invitato a compilare un modulo, una firma qui, una là (e poi sono gli uffici pubblici quelli burocratrici?), vedrà che fra qualche settimana, un mesetto al massimo è pronto. Era l’8 ottobre.

Dopo un mese richiamo io, niente, poi aspetto ancora, due mesi, niente. La telefonata arriva il 23 dicembre (qualche settimana???), ormai sono partito per le ferie e finisco per ritirare il prodotto il 4 gennaio, quasi due mesi dopo. Morale: mai più. Mai più impacchettare un regalo senza prima averlo provato. E mai più Mediaworld, almeno per ora. Come tutti i clienti delusi, ci metterò un po’ a smaltire questa arrabbiatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.