Non indurci in tentazione

Tratta da "http://en.wikipedia.org/wiki/Induction_cooking"

La chiamano cucina ad induzione, ed in apparenza sembrerebbe un passo avanti della tecnologia. Un passo in avanti lo è, ma verso il baratro. Mi spiego: si tratta di fornelli che trasmettono il calore direttamente alla pentola tramite, appunto, un procedimento elettromagnetico di induzione. Certo ci vogliono nuovi fornelli, certo ci vogliono pentole adatto, ma vuoi mettere che eleganza? Non c’è fiamma, perché il calore si trasmette direttamente alla pentola, il piano di cottura si pulisce in un attimo, i tempi di cottura sono più rapidi e tutto può essere controllato elettronicamente perché la temperatura può essere controllata con precisione.

Allora dov’è la fregatura? Secondo quanto riporta il giornale di Mediaworld, che fa il suo mestiere e prova a vendere questi prodotti che dovrebbero essere resi illegali, per cucinare un piatto di spaghetti ci vuole…ehm… 750 W. SETTECENTOCINQUANTA WATT? Come accendere contemporaneamente 75 lampadine a basso consumo, una roba che neanche le luminarie della Festa della Madonna del Rosario, più o meno come lavorare contemporaneamente con quattro computer o guardare sei o sette televisori. Per non parlare della scellerata ipotesi in cui mentre preparo la pasta scaldo anche il sugo e preparo il soffritto: a quel punto il contatore scatta sicuramente perché i 3 KW non possono bastare, alcuni modelli possono arrivare ad avere bisogno di 7000 watt.

Magari sono i primi passi, non so, in futuro riusciranno a ridurre i costi. Ma per ora, in un mondo in cui ci si amazza – letteralmente – per disporre delle risorse energetiche,  lo spreco  impunito di energia elettrica dovrebbe essere considerato criminale. L’energia elettrica non va usata per produrre calore, è un controsenso, perché per produrre energia elettrica si disperde calore! Ci vuole uno scienziato per capirlo?

Invece di lamentarci sempre per la crisi, cominciamo a buttare fuori casa forni elettrici, bollitori, asciugatori (mostruosi anche loro) e valutiamo se serve davvero un phon da 1600 watt. E la cucina induzione se la possono tenere in magazzino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.