Una massa marroncina

In principio c’erano dei tasselli di cera pongo, o come la chiamano adesso, di diversi colori: giallo, arancio, rosso, verde. Poi le manine allegre della giovane impastatrice ne fanno un’unica, indistinguibile, enorme massa marroncina. E allora occorre coinvolgere il giovane papà, e chiedergli di ripristinare lo stato iniziale. Non si può, le ho spiegato: una volta che i colori si sono mescolati, non è possibile ritornare allo stadio iniziale. Delusione sul viso dell’erede che fa i primi incontri contro l’inesorabile irreversibilità della vita.

E mentre il giovane papà osserva la palla di colore indistinto chissà perché gli viene in mente l’attuale parlamento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.