La compravendita del bidone

Improvvisamente, dopo i disastri in coppe europee della settimana, tutti i pensatori dello stivale si radunano scuri in viso per cercare di capire cosa c’è all’origine della crisi del calcio italiano.  Nessuno però che abbia il coraggio di dire che occorre mettere insieme Inter, Roma e Juve per arrivare si e no ad una squadra di calciatori italiani. Nessuno che ricordi che la squadra campione d’Italia di italiano ha solo il presidente; e se ogni tanto gioca qualche italiano (come Balotelli) è per le assenze degli altri.
Nessuno che abbia la faccia tosta di ammettere che un conto erano Maradona e Platini, un conto sono Muntari e Salihamidzic ; il paragone è imbarazzante. Ci sono giovani in serie C molto più validi di questi signor nessuno che hanno invaso da qualche tempo le nostre formazioni.
Nessuna pregiudiziale contro gli stranieri, ma se i nostri club tornassero a occuparsi di calcio anziché giocare alla compravendita del bidone, forse supereremmo qualche turno in più in coppa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.