Mi dispiace, ? occupato

La società civile si basa sulla reciproca benevolenza o, forse, tolleranza. Come prima lezione di sociologia del piffero ci siamo. Ma mentre per alcuni comportamenti vistosamente contrari alla comunità come gli omicidi o i furti ci sono i sistemi di prevenzione e repressione, contro altri, più lievi, non si può far nulla, se non sopportare. Penso ai prepotenti che non danno la predenza, ai vicini rumorosi, ai prepotenti in genere. Sono proprio bravo, ho già espresso tre o quattro concetti profondi a sufficienza per un bel saggio di sociologia culturale, dovrei capitalizzare. E poi ci sono quei comportamente di per sè insignificanti, tuttavia odiosi e fastidiosi al punto tale da farti incavolare, che ti mettono voglia di diventare asociale e dar fuoco a tutto: il principe di questi comportamenti è a mio parere occupare i posti in un luogo pubblico. Si occupavano i posti alle lezioni universitarie, con i furbastri che si portavano un quaderno senza rilegatura e distribuivano i fogli sulle tre file a loro disposizione. Si occupano i posti al mare, spargendo cianfrusaglie sulla spiaggia libera per l’arrivo, tre ore dopo, dell’amico tiratardi. Si occupano posti nelle serate di cinema all’aperto. Certo, può capitare davvero che uno vada al bagno, o si allontani per una telefonata; può capitare anche che mentre gli amici si dirigono verso l’arena chi guida cerchi parcheggio. Ma non scherziamo, sono eccezioni. La regola è quella del cafone che arriva e pretende di occupare il posto per cinque amici, con il risultato che a film iniziato cè chi sta in piedi mentre il cafone ha ancora il fazzoletto e il cappello sui posti occupati. Basta. Intraprendiamo una campagna: se qualcuno afferma che il posto è occupato, ricordategli gentilmente che non è possibile occupare luogo pubblico senza autorizzazioni, e sedetevi. Sedetevi, sedetevi, sedetevi. Se invece siete di quelli che occupano i posti…Sedetevi, ma a casa vostra. La società civile non sentirà la vostra mancanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.