Bisogna saper vincere

Son morto con altri 100,
son morto ch’ero bambino
passato per il camino, e
adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz c’era la neve,
il fumo saliva lento
nel freddo giorno d’inverno,
e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz tante persone,
ma un solo grande silenzio.
? strano non riesco ancora a sorridere qui nel vento.


(F.Guccini)


Dedicato a Paolo Di Canio e a chi non riesce a sorridere di fronte a certi gesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.